Benvenuto Visitatore ( Log In | Registrati )

          .:Divx Mania:.




Collapse 
       Download

Gli Ultimi File Inviati

I file più scaricati

NomeDownloads
 
Collapse 
       Cerca
Cerca:
 
Collapse 
       Guide & FAQ .::. Tag Cloud
 
Collapse 
       Ultime discussioni
espandi o collassa Consiglio sintoamplificatore
Ultimo messaggio di rob92 @ 26 Oct 2020 - 11:41

Vorrei
[Leggi tutto]
espandi o collassa Riapre Cyberotecnica.net
Ultimo messaggio di Pietro60 @ 14 Aug 2019 - 14:20

Slave
[Leggi tutto]
espandi o collassa Codec compressione
Ultimo messaggio di paolodik49 @ 17 Jun 2019 - 12:26

Salve,
[Leggi tutto]
espandi o collassa Avinaptic
Ultimo messaggio di Walter White @ 6 Apr 2019 - 20:44

Ho
[Leggi tutto]
espandi o collassa Problemi masterizzatore
Ultimo messaggio di venac @ 12 Nov 2017 - 22:50

Nel
[Leggi tutto]
espandi o collassa Problema riproduzione video 1080p
Ultimo messaggio di venac @ 18 Oct 2017 - 23:57

Risolto.
Ho
[Leggi tutto]
espandi o collassa Scelta video
Ultimo messaggio di venac @ 16 Oct 2017 - 16:13

OK,
[Leggi tutto]
espandi o collassa .:EDITATO:.
Ultimo messaggio di bugmenot @ 24 Sep 2017 - 17:24

.:SPAM:.
[Leggi tutto]
espandi o collassa Profili e livelli H264
Ultimo messaggio di venac @ 6 Sep 2017 - 19:28

Adesso
[Leggi tutto]
espandi o collassa TS complicato da convertire in DivX
Ultimo messaggio di Mad Hatter @ 17 Aug 2017 - 12:57

Scusando
[Leggi tutto]
espandi o collassa HDConvertToX 3.0 aggiornato al 14/10/2010
Ultimo messaggio di senape @ 6 Oct 2016 - 09:01

Nonostante
[Leggi tutto]
espandi o collassa È possibile digitalizzare vecchio filmato super 8?
Ultimo messaggio di Jancker @ 19 Feb 2016 - 08:57

quello
[Leggi tutto]
espandi o collassa Come tagliare questo M2TS
Ultimo messaggio di tgiorgio @ 15 Feb 2016 - 13:57

Prova
[Leggi tutto]
espandi o collassa Da MKV a Divx
Ultimo messaggio di tgiorgio @ 10 Jan 2016 - 14:50

Oppure
[Leggi tutto]
espandi o collassa DTS-HD
Ultimo messaggio di Mad Hatter @ 7 Nov 2015 - 11:21



La
[Leggi tutto]
espandi o collassa tutte [ Visualizza nuovi messaggi ]
 
Collapse 
       Recensioni .::. Tag Cloud
 
 
Collapse 
       La Mela E Il Ripping
Scritta da Aristerco di Arrea il 26 Feb 2004, 21:13
Come rippare un DVD con un Macintosh, ma prima...
...introduzione generale sulla Apple.
stampa

La Mela e il Ripping.


Alcune immagini di questo articolo provengono da apple-history.com
user posted image


Apple iBook: 1000€, con Mastercard.
iPod: 400€, con Mastercard.
MBox: 500€, con Mastercard.
EPSON C64 Photo: 100€, con Mastercard.

Prendere per il culo gli utenti Winzoz: NON HA PREZZO.


Da sempre agli appassionati di informatica in generale la parola "Apple Macintosh" richiama alla mente le macchine che tradizionalmente sono ampiamente utilizzate ed apprezzate nell'ambito dell'editing audio/video professionale, fino ad avvicinarsi all'assumere un ruolo di standard del settore.
Ciò non è, naturalmente, un caso.
Per giungere a capire i motivi che hanno spinto le macchine con la mela ad assumere questa posizione, è necessario fare un passo indietro e ripercorrere i primi anni della storia del personal computing.
Nell'oramai lontano 1976, Steve Wozniak e Steve Jobs, due amici di Palo Alto poco più che ventenni, con la comune apssione dell'elettronica, iniziarono a progettare e costruire per hobby un embrione di computer, quello che poi sarebbe venuto alla storia come l'Apple I.
Il risultato era, per l'epoca, all'avanguardia, per questo i due Steve decisero di fondare una società per racimolare qualche soldo vendendo la piccola scheda logica - vedi foto - , al prezzo relativamente modesto di 666,66$ (e bEaSt inisiste a non comprarsi il mac...)
Tale macchina presentava le seguenti caratteristiche:

user posted image

CPU: MOS Technology 6502 a 1Mhz;
Bus a 1 MHz
Data Path: 8 bit
RAM incorporata: 8 kB
RAM massima: 32 kB
VRAM: 1 kB
Risoluzione massima: 60.05 Hz, 40x24 char
Alimentazione: 58 Watts



Se questo piccolo stampato veniva considerato all'avanguardia, l'Apple II, una versione migliorata dello stesso e introdotta nel 1977 era semplicemente eccezionale: oltre alle già citate caratteristiche presentava il PRIMO slot di espansione RAM al mondo; un innovativo display a COLORI ad alta risoluzione (6 colori a 280x192; 4-bit a 40x48) e una uscita audio mono attraverso altoparlante incorporato; inoltre era venduto in un case assolutamente accattivante in un epoca in cui i personal/home computer venivano venduti sotto forma di schede come l'Apple I.

user posted image
user posted image
user posted image
La corsa di Apple continuò con macchine strabilianti come Apple III, Lisa, per proseguire con Macintosh, che presentava la PRIMA interfaccia grafica a finestre, un concetto molto più che rivoluzionario, poi scopiazzata, ovviamente in brutto, da una certa azienda di mafiosi di Seattle ...
La Apple continuò a produrre computer eccezionali, fino alla dipartita del fondatore Jobs, in forte contrasto col corpo dirigente della società.
Jobs infatti intendeva spingersi sempre più verso il futuro e l'innovazione, mentre il corpo dirigente riteneva più appopriato mantenersi su posizioni conservatrici.

user posted image
user posted image


Jobs se ne andò allora per fondare NeXT, con lo scopo di produrre computer assolutamente innovativi, cosa che non gli sarebbe stata concessa dal corpo dirigente della sua vecchia società: il primo risultato di NeXT fu, nel 1988 il NeXT Cube... la macchina più innovativa della storia dell'informatica.
Sbalorditevi: sistema operativo Unix-based orientato agli oggetti, interfaccia grafica NeXTStep, mouse OT-TI-CO a due tasti, risoluzione 1129x832 su schermo da 22 POL-LI-CI a 16:9, processore a 33 Mhz, scheda audio a 32 voci, 16 bit x 44.1 Khz, disco SCSI, un sistema di archiviazione a nastri da SEI-CEN-TO-QUA-RAN-TA ME-GA-BY-TE, sissignori, 640 mega rispetto agli 740K dei floppy dei pc IBM e IL PRI-MO LET-TO-RE- CD-ROM!
Che dire?

user posted image

Ma torniamo ad Apple: fu in quel periodo che cominciarono i problemi grossi: dopo un breve attimo di crescita economica, per Apple, soprattutto a causa della mancanza di idee veramente innovative - le stesse osteggiate dai dirigenti, cominciò il crollo.
Dopo un susseguirsi di dirigenti uno più incapace dell'altro, tanto da non meritare nemmeno spazio in questo articolo (non ci curiam di loro, ma guardiam e passiamo.. ) una Apple alle corde acquistò una azienda chiamata... NeXT! Il nome mi ricorda qualcosa...
La stessa NeXT, bisogna ammettere, pur essendo tecnologicamente all'avanguardia, mancava di personale con una buona competenza in materia commerciale...
E fu così che nel 1997 il redivivo Steve Jobs iniziò cosi la sua velocissima scalata ai vertici per tornare in poco tempo al timone di Apple.
Appellandosi alla violazione di proprietà intelletuale per l'interfaccia a finestre che fece in quegli anni la fortuna di Micro$oft, Steve quasi dissanguò M$ e la costrinse nell'ambito del famigerato patto del '98 a rilasciare Office per Mac - una delle poche cose funzionanti uscite dalla software house di Seattle.
Piazzò, giusto per sicurezza new_smileyb.gif , ai cardini della società alcuni dei suoi uomini di fiducia.
Annunciò i nuovi rivoluzionari iMac e il progetto per un nuovo, rivoluzionario sistema operativo, basato su NeXT e chiamato in codice...Rhapsody! (No, Luca Turilli non c'entra...)

Ecco che dalle fabbriche di Apple iniziarono ad uscire macchine rivoluzionarie per design e progettazione hardware e software: i famigerati iBook, iMac, PowerMac e così via..

user posted image
user posted image
user posted image


Inoltre, Apple ha rivoluzionato il mondo della musica portatile con iPod, un incrocio fra palmare, lettore MP3 e disco rigido esterno che può contenere fino a OT-TAN-TA GI-GA-BY-TE DI DA-TI, equivalenti a DIE-CI VOL-TE I CD IN MIO POS-SES-SO, codificati in MP3 a 256Kbps.
Quando finirò lo spazio ve lo farò sapere...

user posted image

Oggi, Apple è la PRIMA società americana per crescita.
L'unica società americana di informatica in attivo, insieme a IBM.

Apple...dove andrai domani?


Ora, è naturale che se le macchine Apple sono utilizzate ed amate da tutti i professionisti del settore audiovisivo, saranno più che adatte anche per rippare, editare ed encodare i nostri DVD, giusto? Giusto.
La cosa ci è facilitata dall'unione dei programmi professionali disponibili da anni per i computer con la mela e dei tool prodotti dal mondo OpenSource utilizzabili sotto MacOS X, grazie alla sua struttura basata su GNU/MACH e FreeBSD.

Allo scopo io consiglio i seguenti programmi Shareware e OpenSource:

1) OSEx per rippare.
2) Mencoder, ffmpeg e lame per encodare.
3) Come optional, ffmpegx, un programmino shareware che fornisce una comodissima interfaccia grafica ai tool di cui al punto 2) per chi non ha voglia di smaettare con la linea di comando.
4) YuBurner per masterizzare.

Sono tutti scaricabili dalla sezione Download di DivXMaNiA.

Vediamo ora come procedere, passo per passo.

1) Rippare.

Si apre OSEx.

user posted image


Si selezionano dai menù e i titoli e i capitoli da rippare.
Purtroppo non è dato di vedere il nome con cui sono identificati i medesimi, quindi dovrete aiutarvi con il numero di sequenza e la durata.
Cliccando su BEGIN, OSEx inizierà a ripppare il DVD, creando i VOB nella cartella che avrete avuto l'accortezza di specificare nella finestra che comparirà.

user posted image

A operazione finita, dovreste ritrovarvi nella cartella selezionata i file VOB (Video Object) dei titoli/capitoli selezionati, pronti per essere elaborati.
Per essere sicuri di aver rippato i titoli giusti potrebbe rivelarsi un'idea utile quella di verificarli prima con MPlayer.

user posted image

Una volta controllato il VOB, si può procedere alla fase di ENCODING.
Utilizzando FFMpegX si evita completamente di passare per il terminale, lasciando che il programma si occupi di creare la linea di comando, sotto l'attenta direzione dei vostri clic col mouse.
Si passa per la linguetta 'Video', si seleziona il codec, il bitrate, la dimensione e i quadri al secondo, oppure si può decidere di lasciare fare tutto al'appositol calcolatore indicandogli semplicemente la dimensione finale del filmato desiderata.

user posted image


Un salto alla linguetta 'Audio' e si seleziona, come per il video, codec, campionamento e numero di canali.
Purtroppo qui non è possibile affidarsi a uno strumento automatizzato, ma le impostazioni in figura dovrebbero adattarsi tranquillamente a tutti i vostri film.

user posted image


Nel caso, si passa per la linguetta 'Strumenti' e si selezionano caratteristiche avanzate come l'encoding 2-pass, dove disponibile, e quant'altro.
Per maggiori informazioni su codec e bitrate senza dover reinventare la ruota vi rimando alle guide già pubblicate su DivXMaNiA che mi auguro non faticherete a trovare.
Ora cliccate su 'Codifica' e andate a contare il numero di partite perse dall'Inter F.C., chè sarà un processo molto, molto, mooooooooolto lungo...

Fatto ciò, non vi rimane che masterizzare con YuBurner: all'apertura del programma, trascinate i file nell'apposita area, selezionate il tipo di filesystem (per la compatibilità con tutti i sistemi è necessario utilizzare ISO9660 puro o M$ Joliet) cliccate su 'Masterizza', a masterizzazione finita andate in salotto, cacciate il cd nel lettore e godetevi il vostro primo film.


user posted image
 
Collapse 
       Commenti
Al momento non sono presenti commenti

Solo gli utenti registrati possono inviare commenti

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
IPB Powered by TiBiT Lab Copyright © Divxmania.it - La duplicazione di queste pagine senza previo consenso degli amministratori è strettamente vietata. IPB