Discrepair Pro


Scritta da CereS il 22-05-2006

Un prodotto interessante per la cura e il recupero dei CD e DVD danneggiati.


Quando alcuni anni fa sono stati introdotti i CD le case produttrici hanno assicurato che avrebbero resistito decine di anni. Sappiamo che non è pienamente vero, di fatti i primi supporti prodotti stanno cedendo alle lusinghe del tempo.

Ma la causa primaria di "morte" per un CD/DVD sono i graffi e le scalfitture, soprattutto se radiali. Un CD rovinato, se audio non suonerà bene, presentando dei fastidiosi glitch, se dati potrebbe diventare totalmente illeggibile, facendo apparire il famigerato messaggio "Errore di ridondanza ciclica" altresì detto CRC error.

Un modo semplice per prevenire tali fastidi è conservare con molta cura i supporti, riponendoli sempre nelle loro custodie ed evitando di farli strusciare contro superfici ruvide, ma talvolta capita che qualche graffio compaia ed è qui che interviene il DiscRepair Pro.

In esclusiva per i lettori di questa recensione Youbuy.it applicherà uno sconto promozionale per l'acquisto di DiscRepair, solo 29,99€ al posto di 35,99€

Confezione e aspetto

Il DiscRepair giunge in una confezione corredato di tutti gli accessori principali:

Le testine, quando non utilizzate, vengono riposte nelle confezioni protettive.

Riparazione di un CD

Ho voluto provare a riparare un CD, devo ammettere che ho faticato a trovare un supporto rovinato nella mia cdteca, ma avendo sempre avuto molta cura dei miei acquisti è abbastanza normale…

Alla fine ho utilizzato un CD che avevo comprato usato e che non era di certo in ottime condizioni!

Purtroppo non sono riuscito a fotografare il supporto, la rifrazione mi impediva di mettere in risalto i graffi.

In ogni caso il CD era costernato di graffi, molti piccoli e trasversali, alcuni più marcati e radiali, il 70% del disco era visivamente rovinato.

Dopo aver collegato il DiscRepair al trasformatore si devono montare le testine per la riparazione (colore giallo) semplicemente avvitandole nelle loro sedi.

La testina di sinistra è denominata "DRY", quella di destra "WET". Il significato ancestrale di questi termini è presto spiegato, a sinistra la testina deve restare asciutta, a destra bisogna aggiungere 3 gocce della pasta fornita in dotazione.

Dopo aver inserito il CD da riparare basta chiudere il coperchio e pigiare il tasto "Repair" ed attendere circa 4 minuti.

Durante tale tempo disco e testine ruoteranno in senso orario ed antiorario "levigando" la superficie del disco.

Bisogna ammettere che durante questi minuti il rumore prodotto dal DiscRepair è abbastanza fastidioso, ma è un particolare abbastanza trascurabile!

Pulizia del disco

 

Al termine della procedura di riparazione il disco presenta una leggera patina sulla sua superficie, nulla di preoccupante, è il residuo della pasta abrasiva.

Per lucidare il CD e finire il processo servono ancora una manciata di minuti.

Dopo aver smontato le testine di riparazione, svitandole, si devono preparare le testine di pulizia.

In questo caso testina asciutta e testina bagnata sono esteticamente differenti.

La testina di sinistra, quella asciutta, e uguale al set per la riparazione, ma distinta dal colore blu, la testina bagnata è composta da 2 tamponi.

Utilizzando la spatola fornita in dotazione si deve estrarre uno dei due tamponi e riempire la base all'80% del volume con il liquido in dotazione, dopo aver reinserito il tampone è facile notare come assorba il liquido dalla base, un po' come lo stoppino di una lampada ad olio.

Per avviare il processo dopo aver inserito il disco è sufficiente premere sul tasto "Clean", questa volta l'operazione dura 1 minuto al termine del quale il disco sarà lucido!

Anche in questo caso non sono riuscito a fotografare il disco sotto test, in ogni caso vi posso assicurare che tutti i graffi più superficiali sono scomparsi del tutto mentre quelli più marcati sono ancora leggermente visibili.

Cercando la perfezione ho ripetuto il processo da capo e anche gli ultimi graffi sono scomparsi del tutto!

Ho pulito altri CD, originali e masterizzati, donando lucidità a superfici sporche e opacizzate, ogni volta ho notato che il disco, al termine della procedura, presenta alcune aloni dovuti al liquido. Basta aspettare qualche minuto o passare il panno in dotazione sul disco per rimuovere ogni traccia di tali aloni.

Conclusioni

Il DiscRepair Pro è un prodotto molto interessante, utile per salvare quei CD che, con gli anni o con i kilometri, hanno perso la lucentezza originale!

I tamponi per la riparazione vanno sostituiti dopo 30/40 cicli mentre quelli per la pulizia possono arrivare a 200 cicli.

In esclusiva per i lettori di questa recensione Youbuy.it applicherà uno sconto promozionale per l'acquisto di DiscRepair, solo 29,99€ al posto di 35,99€

Per accedere all'offerta clikkate sull'immagine sottostante

 


Pagina stampata da Divxmania.it
Vietata la copia e la distribuzione (anche parziale) senza la previa autorizzazione.